Descrizione Progetto

#GENERAZIONELIBRINO

Dal 15 Maggio al 10 Giugno 2013, in Piazza Stesicoro, a Catania, ha luogo una mostra fotografica che espone una serie di ritratti degli abitanti del quartiere di Librino realizzati da Fabrizio Spucches, giovane fotografo catanese. Amore, discriminazione, gioia, droga, coraggio, violenza, amicizia, prigione, ottimismo, indifferenza, sole, solitudine, carisma, cemento, casa, povertà, curiosità, paura, bellezza, buio, vita sono alcune delle parole chiave che evidenziano il contrasto di percezioni insito nel luogo: in posti come Librino, certi valori sprigionano un’energia particolare, forse perché costretti a convivere con il loro opposto, e a resistere.

Dal 15 Maggio al 10 Giugno 2013, in Piazza Stesicoro, a Catania, ha luogo una mostra fotografica che espone una serie di ritratti degli abitanti del quartiere di Librino realizzati da Fabrizio Spucches, giovane fotografo catanese. Amore, discriminazione, gioia, droga, coraggio, violenza, amicizia, prigione, ottimismo, indifferenza, sole, solitudine, carisma, cemento, casa, povertà, curiosità, paura, bellezza, buio, vita sono alcune delle parole chiave che evidenziano il contrasto di percezioni insito nel luogo: in posti come Librino, certi valori sprigionano un’energia particolare, forse perché costretti a convivere con il loro opposto, e a resistere.

Attualmente 80.000 persone abitano a Librino, un quartiere periferico di Catania.
Librino è stato progettato dall’architetto giapponese Kenzo Tange negli anni ‘60. Era stato originariamente concepito come un esperimento architettonico moderno: i suoi abitanti avrebbero dovuto essere autonomi e indipendenti dalla città grazie a strutture sociali, scolastiche, religiose e amministrative realizzate all’interno del quartiere stesso. Purtroppo, per varie ragioni, il suddetto progetto si è rivelato, col tempo, un fallimento. Librino rappresenta oggi il “volto degradato” della città di Catania, un luogo in cui la malavita si è infiltrata di giorno in giorno rendendolo pericoloso, spesso suscitando un senso di paura in coloro che si trovano lì di passaggio o che onestamente ci vivono.
In effetti Librino è luogo di criminalità, spaccio, abusivismo. Questa involuzione è dovuta soprattutto a una condizione diffusa di povertà; e dove c’è povertà, c’è anche ignoranza. Povertà e ignoranza costituiscono un terreno fertile per l’indifferenza e la discriminazione.
Ma Librino non è solo questo.
L’intento è quello di documentare Librino attraverso lo sguardo dei suoi abitanti, mettendo così in mostra la sua singolare personalità.

#AMORE #DISCRIMINAZIONE #GIOIA #DROGA #CORAGGIO #VIOLENZA #AMICIZIA #PRIGIONE #OTTIMISMO #INDIFFERENZA #SOLE #SOLITUDINE #CARISMA #CEMENTO #CASA #POVERTÀ #CURIOSITÀ #PAURA #BELLEZZA #BUIO #VITA

#LIBRINO #CATANIA #SICILY #ITALY

CREDITS

PROJECT / FABRIZIO SPUCCHES

 PRODUCTION / ANDREEA APAVALOAEI