Descrizione Progetto

#WORKINGCLASSVIRUS

Un’indagine acuta e variegata prende forma in Working Class Virus e s’interroga sui cambiamenti che il Covid-19 ha portato sulle nostre vite in termini di crisi del lavoro, senso della paura, percezione della morte, approccio al futuro, significato della vita.

Necrofori, escort, sacerdoti, homeless, Sinti, edicolanti, tassisti, foodracers, soccorritori della Croce Bianca, vicini di casa e gente comune incrociata al supermercato, sono i protagonisti di quest’analisi cruda e dissacrante da cui trapela una visione ironica della realtà contemporanea. Nel progetto emerge un desiderio di rinascita: come a suggerire che dal lockdown professionale, fisico e mentale in cui è costretta la società sia ancora possibile guardare oltre.

Un’indagine acuta e variegata prende forma in Working Class Virus e s’interroga sui cambiamenti che il Covid-19 ha portato sulle nostre vite in termini di crisi del lavoro, senso della paura, percezione della morte, approccio al futuro, significato della vita.

Necrofori, escort, sacerdoti, homeless, Sinti, edicolanti, tassisti, foodracers, soccorritori della Croce Bianca, vicini di casa e gente comune incrociata al supermercato, sono i protagonisti di quest’analisi cruda e dissacrante da cui trapela una visione ironica della realtà contemporanea. Nel progetto emerge un desiderio di rinascita: come a suggerire che dal lockdown professionale, fisico e mentale in cui è costretta la società sia ancora possibile guardare oltre.

CREDITS

DIRECTION / SPUCCHES STUDIO

PHOTOGRAPHY / FABRIZIO SPUCCHES

 VIDEO / FABRIZIO SPUCCHES

 PRODUCTION / ANDREEA APAVALOAEI